Enter your keyword

I Tappeti Kazak

I Tappeti Kazak

I Tappeti Kazak

Il tappeto Kazak appartiene alla grande famiglia dei tappeti caucasici.

Esempio di Tappeto orientale Kazak

Esempio di Tappeto orientale Kazak con motivi geometrici e floreali su sfondo rosso, proveniente dalla collezione Marotta.

Le popolazioni di questa area impararono l’annodatura dagli invasori selgiuchidi nell’XI sec.

Beneficiarono delle influenze artistiche di ciascuna delle culture che transitarono in queste terre: arabi, tartari, turchi e persino mongoli.

I primi esemplari di tappeti Kazak vennero prodotti in Armenia in una regione tra le città di Tiflis ed Eravan. Attualmente vengono annodati principalmente nell’odierno Uzbekistan e, soprattutto, in Afghanistan.

Generalmente i tappeti Kazak venivano annodati dalle donne della comunità. Veniva usato un telaio manuale che garantiva unicità ed una qualità sopraffina. A riprova della loro bellezza, tali esemplari, tessuti con filamenti d’argento ed oro, adornavano pavimenti e pareti dei palazzi, delle chiese e delle sale del trono.

Anche la produzione moderna cerca di ricreare il meraviglioso aspetto invecchiato dei pezzi originali. Per fare ciò la lana viene filata a mano più volte prima di iniziare il processo di annodatura. Ciò conferisce al tappeto una finitura fitta, ma  sottile. La tessitura e il successivo lavaggio speciale donano al tappeto un aspetto estremamente morbido e confortevole.

Dettaglio tappeto orientale Kazak

Dettaglio decorativo di un tappeto orientale Kazak, raffigurante un motivo floreale stilizzato tipico dei tappeti orientali Kazak.

La decorazione

Quanto alla decorazione, i Kazak presentano raffigurazioni prevalentemente geometriche distese su un fondo uniforme dalle tonalità del verde, avorio o rosso. Le figure includono quadrati multicolori, diamanti e cerchi, croci, medaglioni. Inoltre rappresentazioni stilizzate di mammiferi, uccelli, alberi e esseri umani. I bordi sono fortemente decorati con diverse varianti del disegno a gancio, del dente di sega e di quello ad onda, tipici dei tessuti caucasici.

Ognuna di queste decorazioni nasconde una ben precisa simbologia che affonda nelle tradizioni ancestrali mediorientali e che ha funzioni bene auguranti per il fortunato possessore di questo tappeto.

 

I kazak che potete osservate nella galleria Marotta sono stati annodati nei migliori ateliers Afghani, e presentano trame di lana di qualità superiore, ancora rigorosamente filata strettamente a mano con il fuso, strettamente prima di essere annodata in modo che la finitura sia densa pur restando piatta e sottile.

Tappeto orientale Kazak con inserti blu.

Altro esempio di tappeto orientale Kazak proveniente dalla collezione Marotta. Sono presenti motivi geometrici ed inserti blu.

Per quanto riguarda la colorazione, essa appare accesa e vibrante, grazie alle tinture di origine vegetale naturale utilizzate, provenienti da fiori, radici, minerali e terre.

Da ultimo, i tessitori provocano un leggero effetto abrasivo durante la tessitura, e predispongono un lavaggio speciale a fine lavorazione: queste complesse tecniche conferiscono al tappeto un aspetto meravigliosamente morbido e delicatamente invecchiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *