Enter your keyword

Tappeto Farahan

New

Tappeto Farahan

2.950,00 IVA inclusa

L’origine di questo meraviglioso tappeto è da ricercare in un’area dell’Iran centro occidentale, ove sorgono numerosi villaggi celebri proprio per l’abilità degli artigiani che li popolano. II massimo splendore della produzione manifatturiera della zona fu raggiunto sotto la dominazione dello scià Nadir, (che dominò la Persia tra il 1736 al 1747) il quale insediò a Farahan gli abilissimi maestri di Herat, nell’attuale Afghanistan.

Compare
21446. In stock 300 × 200 cm .

Descrizione

L’origine di questo meraviglioso tappeto è da ricercare in un’area dell’Iran centro occidentale, ove sorgono numerosi villaggi celebri proprio per l’abilità degli artigiani che li popolano. II massimo splendore della produzione manifatturiera della zona fu raggiunto sotto la dominazione dello scià Nadir, (che dominò la Persia tra il 1736 al 1747) il quale insediò a Farahan gli abilissimi maestri di Herat, nell’attuale Afghanistan.

I Farahan tradizionali hanno una fitta annodatura, in lana di altissima qualità, ma una trama piuttosto essenziale rispetto ad altri tappeti, per cui i manufatti assumono una consistenza più flessuosa e morbida. Per quanto riguarda la decorazione, viene spesso ripreso il motivo classico della produzione Herati, costituito da un fiore all’interno di un rombo circondato da foglie di acanto. Nella variante Farahan tuttavia esso viene realizzato ingrandendone i decori e posizionandolo su un fondo uniforme senza medaglione.

Il motivo tipico di Herat non esaurisce la simbologia presente nei Farahan, di cui si ritrovano anche esemplari costellati da eleganti Boteh, oppure con il disegno detto “fiore di Zoroastro”, inseriti all’interno di un medaglione. Questo secondo tipo di decorazione, che richiama maggiormente il tappeto persiano classico, prende il nome di Sarouk-Farahan Tra le tinte che si ritrovano nei tappeti Farahan classici più ricorrenti, troviamo il rosa dughi, l’avorio, il blu, il marrone, rossi di varie tonalità e un particolare verde tenue ottenuto dal solfato di rame. Questa sostanza, con il passare del tempo, corrode lievemente il vello colorato, motivo per il quale, esso appare ora più alto, ora più basso, formando un mosso effetto a bassorilievo.

I nostri tappeti Farahan, discendono dalla tradizione classica ed in questo solco si collocano ma sono stati rivisti e corretti da maestri afghani per meglio adattarsi alle esigenze più moderne e rispondere ai gusti più raffinati. Rispetto ai loro antenati, il cromatismo è più pacato ed i toni più morbidi. Questi splendidi esemplari presentano peraltro una lavorazione unica, realizzata nei migliori ateliers afghani, ove gli artigiani hanno dimostrato di riuscire a meglio adattarsi alle esigenze dell’arredamento moderno, in aperta contrapposizione con la produzione iraniana, rimasta più ancorata alle tradizioni ed al gusto più classico del tappeto.

Qui si lavora la lana Gazni ritorta a mano della più alta qualità, si utilizzano esclusivamente tinture naturali, vegetali e minerali come quelle ricavate dai fiori, dalle radici e dalle terre, e si adottano tecniche di annodatura che conferiscono al vello resistenza, lucentezza e morbidezza senza pari. Anche le decorazioni sono più semplici e sinuose rispetto agli esemplari originali, per un tappeto più omogeneo ed uniforme che non crei un eccessivo contrasto nelle abitazioni moderne ma accompagni delicatamente l’arredamento, esaltandolo.

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 300 × 200 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tappeto Farahan”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *